Sinodo della Diocesi Vescovo S.E. Mons. Roberto Busti Dacci una mano ! Piazza Sordello: Duomo e Curia Vescovile Cupola di Sant'Andrea Castello di San Giorgio Panorama di Mantova


di Marcello Palmieri

(da Avvenire del 16/9/2014)

«Qual è stato il cammino per me, per noi, in questi anni dal dopo Concilio a oggi ? Cos’è cambiato nelle nostre comunità parrocchiali, nei rapporti sociali, nell’annuncio del Vangelo?» E ancora: «Per quale via ci ha condotto il Signore? A che punto sono i nostri sforzi di dare il volto di Gesù alla Chiesa di Mantova?» Non sono risposte, ma diverse domande, quelle che il vescovo Roberto Busti ha posto domenica in apertura del grande Sinodo diocesano. Le ha scandite nel pomeriggio, al cuore della Messa celebrata nella concattedrale di Sant’Andrea: non solo la chiesa più grande della diocesi (circa duemila i presenti tra vescovi concelebranti, sacerdoti, diaconi, religiose e laici), ma anche la basilica che custodisce le reliquie del sangue di Cristo ( proprio domenica la liturgia cattolica ha celebrato l’Esaltazione della Santa Croce).
 
Video della Celebrazione di apertura del Sinodo

 

Testo dell' Omelia

Audio dell' Omelia

La libertà nella fede, le povertà e le fragilità sociali, l'impegno individuale al servizio del bene comune: queste alcune delle tematiche centrali del Sinodo diocesano che il Vescovo Roberto Busti ha aperto ufficialmente durante la celebrazione solenne nella Basilica Concattedrale di Sant'Andrea. È a tutti gli effetti un evento storico: dal Concilio di Trento ad oggi è infatti l’ottava volta che si verifica e sono passati ben 126 anni dall'ultimo, indetto dal futuro papa Pio X Giuseppe Sarto nel 1888. «Il Sinodo è un’avventura vissuta attraverso la preghiera che spero dia la possibilità di scoprire sempre meglio dove si cela il volto del Salvatore» ha affermato Monsignor Busti all’inizio dell’omelia.
 
Pane Spezzato * Riflessioni del Vescovo Roberto sul Sinodo

 
Ostensione straordinaria dei Sacri Vasi

 
Servizi di Tele Mantova sull' apertura del Sinodo
               

               
 
              
                                                                                                                                      
Dalla Settimana della Chiesa al Sinodo diocesano