Notizie e approfondimenti

Notizie e approfondimenti

Dal 26 al 28 ottobre

A Mantova un convegno biblico internazionale

Tre giorni di studi sulle figure dei profeti maggiori e minori

C:\fakepath\bible-study-924x345.jpg

I cosiddetti “libri profetici”, che rappresentano una parte dei testi di cui è composta la Bibbia e raccontano la storia del popolo di Israele, vengono analizzati da ricercatori ed esperti di tutto il mondo.

Lo studio appare talvolta frammentato e sono tanti gli aspetti finora tralasciati e non approfonditi a dovere. Ad esempio, le relazioni tra i vari testi, questioni di carattere ermeneutico e teologico, i legami tra i profeti “maggiori” e “minori”.

Indagare proprio quest’ultimo aspetto è l’obiettivo del convegno “Profeti maggiori e minori a confronto”, che si terrà presso il Palazzo vescovile di Mantova dal 26 al 28 ottobre. L’incontro è promosso dall’Associazione biblica italiana (Abi) insieme al Centre de Recherches Ècritures dell’Université de Lorraine (Francia). Si tratta di un evento internazionale di grande rilievo, che segue l’appuntamento svolto a Metz due anni fa sulla questione del libro dei Dodici profeti cosiddetti “minori”. È prevista la partecipazione di alcuni tra i maggiori studiosi biblici sui Profeti a livello mondiale e di giovani ricercatori e universitari europei riconosciuti.

La nostra diocesi è partner dell’iniziativa: la città è stata scelta come sede sulla scia delle manifestazioni legate a Mantova Capitale della cultura 2016.

Senza negare il valore degli studi condotti e il metodo applicato finora ai testi profetici, il convegno intende approfondire i nessi e le relazioni, di natura metodologica, ermeneutica e teologica, che intercorrono tra profeti maggiori e minori.

Il programma dell’incontro è suddiviso in sessioni mattutine e pomeridiane, con un moderatore per ogni sezione e interventi programmati in varie lingue: italiano, inglese e francese.

Ad aprire il convegno, giovedì 26 ottobre alle 15, il saluto di rito delle autorità e un momento introduttivo articolato in due fasi: una riflessione sul tema “Profeti maggiori e minori: diverse organizzazioni e conseguenze di natura ermeneutica e teologica” e una relazione dal titolo “La situazione nei testi di Qumran”.

Venerdì 27, a partire dalle 9, le prime due sessioni vere e proprie del convegno: la mattina sarà dedicata a “Isaia e i Dodici”, mentre il pomeriggio l’analisi continuerà sul tema “Geremia e i Dodici”. In seguito, è prevista la serata pubblica “Profeti e profezie bibliche alla corte dei Gonzaga”. Durante l’evento, a ingresso libero, verrà ricordato monsignor Antonio Bonora, grande esegeta e biblista mantovano.

Sabato 28, a partire dalle 9, la terza e ultima sessione dell’incontro, orientato sulla figura di un altro profeta molto noto: Ezechiele. Oltre a relazioni e momenti di dibattito e confronto, sono in programma attività collaterali riservate ai partecipanti, come ad esempio la visita alla basilica di Sant’Andrea e ad altri luoghi principali del centro storico di Mantova.

Il comitato scientifico e organizzatore comprende esperti biblisti: don Luca Mazzinghi (presidente dell’Abi e docente alla Pontificia Università Gregoriana); Elena di Pede (docente all’Université de Lorraine); Donatella Scaiola (docente all’Università Urbaniana); don Marco Mani (parroco di Castel d’Ario e docente  presso lo Studio Teologico di Mantova) e don Guido Benzi (docente all’Università Salesiana).



documenti

Programma del convegno

Diocesi di Mantova