Notizie

1-3 dicembre

A Bancole un weekend dedicato alla carità

Parrocchia, Azione cattolica e Sant'Egidio insieme per promuovere accoglienza

Redazione
C:\fakepath\resize.php.jpg

Papa Francesco invita spesso a dare attenzione ai poveri, a combattere la loro emarginazione. La prima Giornata mondiale dedicata a loro, celebrata lo scorso 19 novembre, è nata proprio con questo scopo: promuovere l’accoglienza di chi è più fragile, all’interno delle nostre comunità. Un messaggio che la parrocchia Santa Maria Maddalena di Bancole porta avanti da tempo, ospitando una famiglia di profughi siriani.

Per rinnovare questo impegno sono in programma le “Giornate della carità”, un weekend di iniziative aperte a tutti. Si parte venerdì 1º dicembre alle 21, con un incontro di preghiera nella chiesa parrocchiale: un’opportunità di riflessione sull’accoglienza come stile di vita da seguire, in particolare per un cristiano. Il secondo appuntamento è per sabato 2 alle 19.45, presso il teatro parrocchiale, dove si terrà una serata di testimonianza e confronto attraverso la condivisione di varie esperienze di ospitalità. Al termine, è prevista una cena con offerta libera: per prenotarsi è necessario chiamare la parrocchia al numero 0376.398193 (lunedì, mercoledì e sabato, dalle 14.30 alle 16.30) o scrivere una mail all’indirizzo segreteria.parrocchia.bancole@gmail.com. Tra sabato 2 e domenica 3, dopo le Messe sarà disponibile un gazebo con volontari della Caritas, per raccogliere offerte. Inoltre, catechiste e animatori proporranno una raccolta di viveri e generi alimentari da destinare in beneficenza.

Le “Giornate della carità” sono organizzate dalla parrocchia di Bancole, in collaborazione con l’Azione cattolica diocesana e la Comunità di Sant’Egidio, un movimento laicale di ispirazione cattolica. Fondata a Roma nel 1968 da un giovane, Andrea Riccardi, l’associazione si è sempre contraddistinta per l’aiuto concreto ai più emarginati, nel rispetto dei valori evangelici. Nei primi anni l’attività si svolgeva soprattutto nei quartieri popolari della Capitale. In seguito l’impegno si è diffuso in altre città italiane e, negli anni Ottanta, è stato esteso in varie zone del mondo. La Comunità di Sant’Egidio oggi è presente in oltre settanta Paes, in diversi continenti e soprattutto nelle zone più povere e difficili, in Asia, America e Africa. Oltre alla diffusione del Vangelo, a distanza di quasi mezzo secolo dalla nascita continua ad essere al centro l’attenzione ai poveri e agli emarginati. I volontari e gli operatori sono impegnati nel servizio a persone sole, senza fissa dimora, malati e tossicodipendenti. Da segnalare il contributo della Comunità di Sant’Egidio nelle operazioni umanitarie che hanno permesso a numerosi migranti di lasciare, in sicurezza, zone di guerra e raggiungere vari Paesi europei, tra cui l’Italia, dove richiedere l’asilo politico.


documenti

Diocesi di Mantova
Diocesi di Mantova