Notizie e approfondimenti

Notizie e approfondimenti

Pre-Adolescenti

Come for Live, proseguono i laboratori

Don Matteo Palazzani ce ne spiega i dettagli e la visione di fondo

C:\fakepath\particolare icona.jpg

L'Ufficio Catechistico, l'Ufficio Liturgico e il settore preadolescenti del Centro di Pastorale Giovanile lanciano un'iniziativa frutto di cooperazione e obiettivi condivisi: un laboratorio per riflettere sul Sacramento della Confermazione come dono, secondo le indicazioni del vescovo Marco.

Mercoledì 3 ottobre si è svolto il primo incontro a Castel Goffredo, e don Matteo Palazzani, non solo uno degli organizzatori ma anche vicario della parrocchia ospitante, ci ha parlato dell'idea che sta alla base di questa iniziativa.

 

Da dove nasce l'idea di questo laboratorio?

Il pensiero che sta alla base di tutto il progetto è l'importanza di mettere a fuoco i fondamenti teologici del Sacramento della Cresima, perché una volta chiaro su cosa si fonda è anche possibile presentarlo ai giovani non come evento isolato, come spesso accade, ma come completamento dell'iniziazione cristiana in vista dell'Eucarestia. Alla base della Cresima sta il Battesimo, c'è un collegamento molto forte tra questi due Sacramenti ed è quindi fondamentale tenerlo sempre presente.

 

Come è strutturato il laboratorio?

L'incontro è suddiviso in due parti, che vedono alternarsi nell'esposizione me, don Massimiliano Cenzato e don Valerio Antonioli. Anche le modalità si alternano, sono previsti sia momenti di catechesi che quiz e altri strumenti utili ad alleggerire il laboratorio. La prima parte, in particolare, propone un approfondimento teologico e liturgico sul tema della Cresima, che può essere anche utile da riproporre ai ragazzi.

 

Qual è il valore aggiunto del percorso?

La novità di questa proposta è vedere finalmente convergere gli sforzi della Pastorale Giovanile, dell'Ufficio Catechistico e dell'Ufficio Liturgico, che hanno collaborato non solo in fase di progettazione e organizzazione, ma si occupano anche di presentare il laboratorio. Questo in favore di una Pastorale sempre meno settorializzata, ma al contrario meglio integrata. Speriamo anche che questo possa essere uno stimolo e un aiuto per incentivare il lavorare insieme.

 

Un bilancio dell'incontro del 3 ottobre?

Le parrocchie dell'alto mantovano erano quasi tutte rappresentate, c'erano circa sessanta persone. Siamo soddisfatti, è stato un piacevole momento di incontro.

 

Sono in programma altre due serate, a San Giorgio mercoledì 10 ottobre e a Quistello giovedì 11 ottobre.

https://pastoralegiovanile.dio...

Diocesi di Mantova