Notizie

TAGS: Vita_pastorale   |    sinodo

Sinodo della Chiesa universale

Con gioia e impegno

Solenne apertura diocesana alla presenza delle 29 unità pastorali

apertura sinodo 2021_02.JPG

Erano in tanti che da tutta la diocesi sono giunti domenica in sant’Andrea per l’apertura diocesana del Sinodo. Laici, persone di vita consacrata, preti, diaconi, convocati dal vescovo Marco, per dare inizio solenne ad un cammino che coinvolgerà tutta la Chiesa. Molto eloquenti anche i segni della celebrazione. Tutte le 29 unità pastorali infatti, con alcuni rappresentanti per ciascuna, sono state fatte accomodare attorno al celebre ottagono. Simbolicamente, la diocesi ha voluto ricordare che il cammino sinodale sarà davvero efficace nella misura in cui si realizzerà con lo sguardo rivolto all’amore di Cristo per l’umanità, un amore di cui la reliquia del Preziosissimo Sangue è segno eloquente.
Un secondo indicatore di un percorso che vuole realmente coinvolgere tutto il popolo di Dio è stato l’ascolto lento e rispettoso delle priorità pastorali che ogni unità ha inteso darsi nel proprio cammino. Una dopo l’altra infatti, le unità pastorali si sono portate al microfono per pronunciare a voce alta, nella solennità del momento, i passi da compiere maturati nelle rispettive assemblee territoriali.
Prendendo la parola, il vescovo Marco ha sottolineato che iniziare il Sinodo significa anzitutto mettersi in atteggiamento di obbedienza, un’obbedienza anzitutto al papa Francesco che ha indicato nel Sinodo uno stile che la Chiesa tutta è chiamata a riscoprire e praticare.
Un terzo elemento simbolico della giornata è stato il pastorale usato dal vescovo Marco. “Oggi – ha chiarito Busca – ho voluto utilizzare il pastorale del 1613 appartenente al venerabile Francesco Gonzaga. So che si tratta di un pastorale utilizzato anche dai miei predecessori solo nei momenti solenni della vita della Chiesa mantovana. Perciò l’ho usato oggi. A ricordare a me stesso e a tutti che si trattava di un momento davvero importante. Questo pastorale inoltre ci riallaccia alla grande storia della nostra diocesi, all’interno di un’ininterrotta testimonianza di fede e carità che non sono mai mancate nella nostra terra”.
Infine il vescovo, coadiuvato dal vicario generale don Libero Zilia e dal delegato per la pastorale don Matteo Pinotti, ha posto nelle mani dei tre delegati di ogni unità pastorale il Vangelo, il Libro dell’ultimo Sinodo della Chiesa mantovana e l’esortazione apostolica Evangelii Gaudium.
Quasi a dire che anche quello che si apre avrà come faro il Vangelo, come paradigma l’esortazione apostolica del papa e come “passo compiuto” quello del sinodo concluso soltanto da pochi anni.


Diocesi di Mantova
Diocesi di Mantova