Notizie

Vita pastorale

Giuramento dei parroci

Sabato 4 settembre presso il Palazzo vescovile

Redazione
C:\fakepath\giuramento parroco.jpg

Sabato 4 settembre alle 18.00 presso il Palazzo vescovile di Piazza Sordello si terrà la cerimonia di giuramento dei parroci a cui il vescovo Marco Busca ha affidato nuovi incarichi a partire dal mese di settembre 2021:


don Roberto Rezzaghi, nominato parroco anche di San Giuseppe Artigiano;

don Andrea Barbieri, che diventa parroco di Campitello, Marcaria, Cesole, Canicossa, Scorzarolo, San Michele in Bosco, Casatico, Cizzolo;

don Giampaolo Ferri, parroco anche di Carbonara di Po, Bonizzo, Borgofranco sul Po;

don Daniele Bighi, parroco anche di Villimpenta e Pradello;

don Gianni Nobis, neo parroco di Sustinente e Sacchetta;

don Matteo Palazzani, nuovo parroco di Bancole.


Il giuramento è un atto previsto dal Codice di diritto canonico, ma è anche un evento dal forte significato pastorale e simbolico.


Tre sono i momenti fondamentali della cerimonia: la professione di fede, l’espressione della comunione nei confronti del vescovo e il giuramento di retta amministrazione.

Con la professione di fede il parroco riconosce di sentirsi parte della Chiesa e di agire non per iniziativa personale, ma in nome e per conto di quest’ultima.

In secondo luogo il parroco manifesta la propria comunione con il vescovo, da cui ha ricevuto il mandato, e quindi il proprio inserimento nella Chiesa diocesana, e la disponibilità ad inserirsi nella pastorale diocesana.

Infine il parroco presta giuramento di ‘retta amministrazione’, promettendo di impegnarsi alla corretta gestione anche dei beni della parrocchia che i fedeli, nel corso della storia della parrocchia, le hanno donato perché li utilizzasse per il bene della comunità.

A conclusione del rito il vescovo rivolgerà un discorso ai parroci.

La cerimonia si svolge alla presenza del cancelliere vescovile mons. Claudio Giacobbi, in quanto atto diocesano che ha una validità pubblica e risvolti anche civili, ma in quanto atto pubblico necessita anche della presenza di alcuni testimoni


Per volere specifico del vescovo Busca tra questi testimoni, per la prima volta, saranno presenti anche alcuni fedeli laici appartenenti alle comunità che accoglieranno i nuovi parroci.

Diocesi di Mantova
Diocesi di Mantova