Notizie e approfondimenti

Notizie e approfondimenti

Caritas

Il diritto di essere cittadini

Incontro in Seminario per parlare di Ius soli con monsignor Perego, arcivescovo di Ferrara

C:\fakepath\0KYNY0GL3092-kmw-U11004205072916EHD-1024x576@LaStampa.it.jpg

«Nel rispetto del diritto universale ad una nazionalità, questa va riconosciuta e opportunamente certificata a tutti i bambini e le bambine al momento della nascita. La apolidia in cui talvolta vengono a trovarsi migranti e rifugiati può essere facilmente evitata attraverso una legislazione sulla cittadinanza conforme ai principi fondamentali del diritto internazionale».

Nel messaggio per la 104ª Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, prevista il 14 gennaio 2018, papa Francesco ha richiamato l’attenzione sul diritto di ogni persona a vedere riconosciuta la cittadinanza.

Nel nostro Paese si sta discutendo da tempo riguardo una nuova proposta di legge per regolare le modalità in cui viene concesso tale diritto. Due anni fa la Camera ha approvato la norma sul cosiddetto Ius soli, che prevede il riconoscimento della cittadinanza ai bambini nati da genitori stranieri che rispettano determinate condizioni, che ad esempio risiedono in Italia da alcuni anni. La legge contempla anche lo Ius culturae, cioè la possibilità di diventare cittadino italiano dopo aver seguito un percorso formativo pluriennale, come ad esempio un ciclo di studio. La proposta è attualmente ferma al Senato, in attesa di una nuova votazione affinché possa entrare in vigore.

Il dibattito sull’approvazione ha causato numerose polemiche, ad esempio da parte di chi vede nello Ius soli una possibile minaccia all’identità culturale italiana o teme un aumento vertiginoso delle richieste di cittadinanza. Per aiutare a comprendere meglio un tema delicato e di grande attualità, Caritas diocesana, Fondazione Migrantes, Centro missionario e Pastorale sociale organizzano, lunedì 6 novembre alle 20.45 nell’aula magna del Seminario di Mantova, l’incontro “Ius soli, oltre il sangue e la razza”. Ospite della serata monsignor Giancarlo Perego, arcivescovo di Ferrara-Comacchio e già direttore della Fondazione Migrantes della CEI, che affronterà i vari aspetti che compongono la proposta di legge per la cittadinanza dei bambini nati in Italia. L’iniziativa è l’occasione per approfondire una questione che riguarda da vicino la nostra società e andare oltre gli slogan, spesso troppo superficiali, che hanno caratterizzato di recente il dibattito pubblico.



documenti

documenti

Diocesi di Mantova
Diocesi di Mantova