Notizie e approfondimenti

Notizie e approfondimenti

Arte e fede

Il Museo diocesano guarda avanti

La riapertura si avvicina. Tra le proposte in cantiere, il ricordo di Francesco Gonzaga

C:\fakepath\3-museo diocesano.jpg

Tra le progressive riaperture attese durante la “fase 2”, dopo imprese e realtà commerciali, anche i musei si preparano ad accogliere i visitatori. In base alle indicazioni delle autorità, i luoghi di cultura dovrebbero tornare in attività dalla prossima settimana, ma restano ancora da definire aspetti delicati, come le norme di sicurezza e il flusso delle persone, da regolare per ridurre il rischio di ulteriori contagi.

Dubbi e punti interrogativi che coinvolgono varie realtà della provincia di Mantova, come il Museo diocesano “Francesco Gonzaga” (che ha sede in piazza Virgiliana 55). In una riflessione pubblicata sul settimanale diocesano “La Cittadella” il 10 maggio, il direttore del museo monsignor Roberto Brunelli ha suggerito di considerare questa pausa imposta dall'emergenza come un'occasione per riflettere sul futuro di tali luoghi. Non solo depositi che conservano opere d'arte del passato, ma anche e soprattutto punti di riferimento di attività culturali (mostre, convegni, conferenze, visite guidate) per far conoscere il patrimonio storico del territorio al maggior numero di persone possibile. «Anche il Diocesano si era dato questo scopo – sottolinea Brunelli –. chi ne ha seguito la vita ricorderà le tante iniziative che esso ha realizzato, estese alla valorizzazione di quanto offrono la nostra città e provincia, in vario modo collegabile con le opere esposte nel museo. Quella impostazione appare tuttora valida, sicchè con la riapertura essa proseguirà».
I due mesi di chiusura avranno un forte peso sul piano economico, sia per la mancanza di ricavi sia per il comprensibile calo di visitatori che si registrerà nelle prime settimane dopo la riapertura. Senza dimenticare la difficoltà a trovare nuovi sponsor per finanziare le iniziative. Al Museo diocesano però non ci si perde d'animo e si guarda già al futuro. Tra le mostre già annunciate “La signora dagli occhi blu”, una raccolta di tele dipinte da un pittore belga che approfondisce, con uno stile particolare, alcuni temi contemporanei.
Un altro progetto assai significativo riguarda il venerabile vescovo Francesco Gonzaga, a cui è intitolato il museo e del quale ricorrono i quattro secoli della scomparsa. Per ricordarne la figura era in programma un convegno all'Accademia Virgiliana, oltre a una mostra nelle sale del museo. «I relatori avevano già mandato i testi dei loro interventi – spiega Brunelli – e quanto alla mostra avevamo già definito le opere e ricevuto quelle prestate. Avevamo già provveduto a far stampare un volume che ora attende il riavvio delle celebrazioni centenarie per essere reso disponibile. Se possibile, inoltre, vorremmo offrire nelle sere d'estate qualche momento d'evasione, considerato che molti non potranno permettersi neppure una breve vacanza». Per conoscere tutte le iniziative, è possibile visitare il sito ufficiale www.museofrancescogonzaga.it.

Diocesi di Mantova
Diocesi di Mantova