Temi e Opinioni

Le Sale della Comunità, spazi di formazione e aggregazione

Una riflessione del presidente territoriale ACEC


L’Acec - Associazione Cattolica Esercenti Cinema e Sale della Comunità - non è stata ferma durante la pandemia, forte delle sue circa 800 sale presenti sul territorio nazionale. 


A gennaio ha rinnovato il proprio consiglio direttivo e ha eletto il nuovo presidente don Gianluca Bernardini, già presidente di Acec Milano e docente di teologia all’università Cattolica, che ha affermato:

“Si dice spesso che il Covid ci cambierà, io penso che dovremo cambiare proprio per affrontare al meglio le sfide che ci si paleseranno di fronte. Il ruolo dell’Acec dovrà essere sempre più proattivo e radicato nei valori che ci ispirano. Crediamo infatti che la nostra attività sarà fondamentale negli anni che seguiranno la ripartenza, in un’ottica di ricostruzione anche del tessuto sociale”. 

Da questa affermazione voglio far partire la mia riflessione sulla presenza fondamentale all’interno della nostra diocesi di 6 sale attive, che fanno principalmente cinema, ma non solo, e che nei prossimi giorni riprenderanno la loro programmazione. 

C:\fakepath\supercinema.jpg

Il Mignon di Mantova ha riaperto lo scorso weekend,          il Capitol di Sermide il 7 maggio, 

il Supercinema di Castiglione delle Stiviere il 12 maggio,    il Lux di Quistello a metà maggio, 

il San Carlo di Asola si sta organizzando,                              il Don Rosa di Ostiano riprenderà dopo l’estate. 

Le Sale della Comunità (SdC) non sono solo cinema, ma sono anche spazi di formazione e aggregazione nell’ottica della crescita culturale per le comunità in cui sono presenti. Motore trainante di ogni iniziativa sono i volontari che le animano, che dedicano tempo e passione a proposte culturali e, con l’aiuto dei loro sacerdoti, anche pastorali. 

Le SdC dovrebbero essere uno strumento di comunicazione potente in grado di creare un tessuto coeso con le associazioni, le amministrazioni e le scuole per poter fare cultura, dal cinema al teatro, dalla musica alla letteratura. 

proiettore_Free_Photos da Pixabay.jpg

Dovrebbero essere uno dei punti di riferimento della comunità, cristiana e non.

I parroci che hanno la fortuna di averla dovrebbero avere il coraggio di osare di più e puntare su di essa e sulle sue potenzialità. 

Nelle parrocchie in cui è presente il famoso “teatrino” bisognerebbe avere il coraggio di investire su di esso, renderlo più accogliente, adeguarlo alle norme e alla tecnologia e farlo diventare un presidio culturale e pastorale, creando un ambiente dove ci possa essere scambio di idee e che sia punto di riferimento per la comunità.


Acec, dal canto suo, propone percorsi tematici da utilizzare per favorire lo sviluppo della SdC, utilizzando il linguaggio di Cinema e di Teatro anche per sviluppare temi pastorali e di fede

capitol sala rossa.jpg

Inoltre offre un servizio di consulenza fiscale e normativa e assistenza sui bandi dedicati, per affiancare le SdC nella gestione della stessa. Programma webinar di formazione per i volontari con focus sulla scuola, sulla pastorale dei bambini e giovanile, percorsi formativi per le coppie e altro.

La recente collaborazione con MyMovies ha portato alla realizzazione della rassegna 'Oltre la notte - La perdita e il lutto nel cinema', un’iniziativa nata a seguito dell’esperienza del Covid-19 per provare ad affrontare, attraverso il cinema, in maniera collettiva, i temi della morte e del lutto, alla luce anche dell’intenso e spesso tacito rapporto tra cinema, fede e ricerca spirituale.

Se la società contemporanea aveva confinato la morte e il lutto nella sfera del privato, infatti, l’emergenza Covid li ha riconsegnati alla dimensione collettiva (e in forma tanto più drammatica perché è stata negata la possibilità di celebrare i funerali). 

banner_OltreLaNotte_300x250px.jpg

Il cinema, quindi, come esperienza capace di parlare del presente e orientare alla speranza anche nei momenti più bui.

Il lavoro che devono mettere in atto le sale della comunità è quello di essere centri locali per la socialità e la cultura, creando rapporti diretti con il proprio pubblico cercando di fidelizzarlo attraverso l’organizzazione continua di eventi, incontri, rassegne. 

Acec territoriale Mantova è presente e pronta a supportare esistenti e nuove realtà mantovane che abbiano voglia di essere parte attiva della pastorale della propria comunità.

Diocesi di Mantova
Diocesi di Mantova