Notizie

Quaresima, proposte dal Seminario

Commento al Vangelo, incontri per i giovani, una canzone: vari modi per avvicinarsi a Dio

Redazione
C:\fakepath\Come with me.jpg

Commenti quotidiani al Vangelo, incontri nelle parrocchie, persino una canzone da ascoltare online: la comunità del Seminario propone varie iniziative per la Quaresima, rivolte soprattutto ai più giovani.

“Come with me” (in inglese significa “Vieni con me”) è un commento al Vangelo, diffuso via Internet attraverso i profili social del Seminario: Facebook, Instagram, Twitter, Telegram e Whatsapp. Utilizzando i meccanismi dei moderni social media, mette insieme vari elementi in un unico post: una frase tratta dal Vangelo della domenica precedente, una riflessione personale, un’immagine accattivante e un semplice proposito quotidiano. L’obiettivo è aiutare le persone ad avvicinarsi al Vangelo, leggerlo ogni giorno, per creare un dialogo profondo con Dio.


Durante la Quaresima i seminaristi saranno ospiti di alcune parrocchie della diocesi per incontrare i giovani delle superiori. Vista l'attuale emergenza sanitaria, il ciclo di incontri è stato posticipato di alcuni giorni: l'auspicio è che la situazione possa tornare al più presto alla normalità. A partire dalla domanda “Cosa vuol dire amare?”, i ragazzi rifletteranno su un tema e saranno invitati a riscoprire il valore della preghiera. Sarà anche l’occasione per conoscere i giovani del Seminario e ascoltare le loro testimonianze personali di vocazione.


Ai ragazzi, inoltre, è rivolta un’altra iniziativa promossa dai seminaristi mantovani: la canzone Senza parole. Il testo è un monologo in cui il Signore parla a chi ascolta: la sua voce non fa paura, anzi scioglie ogni timore e permette a tutti di avvicinarsi a lui. Dio spesso lascia senza parole e in quel silenzio è racchiuso il suo amore per l’umanità, talmente forte da lasciare senza fiato. Il brano è disponibile sulla pagina Facebook “Seminario vescovile di Mantova”, oppure su Spotify e gli altri store digitali.

Diocesi di Mantova
Diocesi di Mantova