Notizie e approfondimenti

Notizie e approfondimenti

Venerdì 27 marzo

"Ricordati dei nostri defunti"

Il vescovo Marco questa mattina visita il cimitero di Mantova in segno di suffragio

C:\fakepath\vescovo Angeli .jpg

      Venerdì 27 marzo la Chiesa Italiana ricorda e affida al Signore i suoi morti. L’intenzione dei Vescovi è quella di affidare alla misericordia del Padre tutti i defunti di questa pandemia, nonché di esprimere anche in questo modo la vicinanza della Chiesa a quanti sono nel pianto e nel dolore. 

Il vescovo Marco si recherà al mattino presso il cimitero cittadino, da solo, per un momento di preghiera e benedizione delle tombe. 


Nella cappella del Seminario celebrerà alle ore 19,00 la santa Messa in suffragio per tutti i mantovani vittime del Coronavirus in modo particolare per le molte persone morte senza alcun conforto, né quello degli affetti più cari, né quello assicurato dai sacramenti della fede. 


Nello stesso giorno tutti i sacerdoti sono invitati a offrire l’Eucaristia per i defunti delle singole comunità parrocchiali. Preghiamo il Signore perché li ammetta a godere la luce del suo volto e conceda ai familiari il dono dello Spirito Consolatore.  


La benedizione di Papa Francesco e l’indulgenza 

Nella stessa giornata del 27 marzo, alle ore 18, il Santo Padre presiederà un momento di preghiera sul sagrato della Basilica di San Pietro, con la piazza vuota, al termine del quale impartirà la Benedizione Urbi et Orbi, a cui sarà annessa la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria. 

Un rituale di ricordo dei defunti celebrato in casa 

È cosa buona vivere un rituale familiare per ricordare e pregare per i defunti (parenti, amici, vicini) in attesa di poter celebrare insieme per loro l’Eucaristia. Il vescovo Marco, in un prossimo video, accompagnerà i genitori a vivere con i figli questo rito che dà voce al dolore e alla speranza.  

Diocesi di Mantova
Diocesi di Mantova