">

Notizie e approfondimenti

Notizie e approfondimenti

25 marzo

Tutti i cristiani uniti in preghiera

L'invito del papa a recitare il Padre nostro alle 12

C:\fakepath\papafrancesco.jpg

"Cari fratelli e sorelle, in questi giorni di prova, mentre l'umanità trema per la minaccia della pandemia, vorrei proporre a tutti i cristiani di unire le loro voci verso il Cielo. Invito tutti i Capi delle Chiese e i leader di tutte le Comunità cristiane, insieme a tutti i cristiani delle varie confessioni, a invocare l'Altissimo, Dio onnipotente, recitando contemporaneamente la preghiera che Gesù Nostro Signore ci ha insegnato. Invito dunque tutti a recitare il Padre Nostro mercoledì prossimo 25 marzo a mezzogiorno. Tutti insieme".

Questo l'invito che papa Francesco ha rivolto al termine dell'Angelus di domenica 22 marzo, chiamando i cristiani di tutto il mondo a unirsi spiritualmente in preghiera nella solennità dell'Annunciazione, recitando il Padre Nostro dalle proprie case.


L'ecumenismo spirituale è uno dei modi per gettare le fondamenta sul Battesimo in Cristo e compiere azioni per edificare il Regno di Dio con ogni lavoro quotidiano. Il Padre Nostro è la preghiera che compendia tutta la preghiera cristiana, quindi recitarla o cantarla vorrà dire annunciare Colui che preghiamo di guidarci fuori da questo periodo di prova rinnovati dallo Spirito.


"Alla pandemia del virus vogliamo rispondere con la universalità della preghiera, della compassione, della tenerezza – prosegue il papa -. Rimaniamo uniti. Facciamo sentire la nostra vicinanza alle persone più sole e più provate".

Diocesi di Mantova
Diocesi di Mantova