Parrocchie

Poggio Rusco

Santissimo Nome di Maria

C:\fakepath\chiesa poggio rusco.jpg

Unità pastorale "Dei Dossi"

Vicariato foraneo "Madonna della Comuna"

Di Poggio Rusco si ha notizia da un'antica carta itineraria romana in cui si legge Podium ed è sempre col nome di Poggio il paese fu donato nel 997 da Ottobre III al vescovo di Mantova e la contessa Matilde di Canossa ne confermò il dono nel 1082.
Il comune di Poggio Rusco si trova a sud-est della provincia di Mantova e la parrocchia del Santissimo nome di Maria confina a nord con le parrocchie di Villa Poma e Magnacavallo, a ovest con San Giovanni del Dosso, a est con Dragoncello-Stoppiaro (l'altra parrocchia nel comune di Poggio Rusco), a sud con Quarantoli e Tramuschio (provincia di Modena e diocesi di Carpi).
Le chiesa parrocchiale è l'edificio di maggior pregio artistico del paese. Eretta nel 1748, al posto della precedente parrocchiale romanica dedicata a Santa Maria Alba, è una chiesa neo-classica, a navata unica, con sei altari laterali sopra i quali si possono ammirare pale di notevole interesse artistico: la pala di San Giuseppe del 1782 del veronese Saverio della Rosa; del medesimo è la pala dei santi Francesco, Antonio e Teresa del 1785. L'altare della patrona Santa Maria è ornato dalla pala della Madonna del Rosario, anteriore al 1729, contornata dai misteri del Rosario, del medesimo periodo. Prospiciente questo altare si venera il patrono della diocesi S. Anselmo, raffigurato nella pala. L'altare maggiore in marmo è sovrastato dall'ancona marmorea con la pala della Vergine Assunta di fattura settecentesca di autore ignoto. Ma il pezzo di maggior rilievo artistico è dato dalla croce e processione in argento con figure a sbalzo del secolo XV ora esposta al museo diocesano.
L'interno della chiesa e la facciata sono stati restaurati nell'anno 1988 in occasione del 240 anniversario della posa della prima pietra e in questa ricorrenza si è consacrata la chiesa il 28 maggio.

Nel territorio della parrocchia vivono circa 6000 persone. La denatalità è molto alta. Cresce evidentemente la presenza di extracomunitari di diversa provenienza. Nonostante il prolungato periodo di crisi, il tessuto economico locale offre ancora possibilità di impiego in ambito industriale, agro-zootecnico e commerciale. La parrocchia, senza una documentazione specifica, viene fatta risalire al periodo matildico, essendo acclarata la presenza di una chiesa da lei voluta ed intitolata a Santa Maria Alba. Questa chiesa è stata distrutta nel XVIII secolo, quando è stata sostituita dall’attuale, costruita sullo stesso terreno. La nuova chiesa venne intitolata al Ss. Nome di Maria e doveva essere in grado, a differenza della precedente, di ospitare un maggior numero di fedeli. Pur essendo terra di confine, la comunità ha sempre voluto chiarire il proprio legame con Mantova, tanto da voler raffigurato in un altare laterale il patrono sant’Anselmo, patrono della città e della diocesi. Il parroco che risiede a Poggio Rusco è parroco anche di altre tre parrocchie, e gode della collaborazione di tre sacerdoti. Uno di questi risiede a Schivenoglia e offre il suo servizio in modo specifico in questa comunità e anche in quella di san Giovanni del Dosso. Nella parrocchia esistono alcune realtà che consolidatesi nel tempo, riescono ad affrontare i difficili momenti di crisi attuale, forti della collaborazione di validi laici che si mettono a disposizione con competenza e generosità. Il gruppo AGESCI, che aveva una storia pluridecennale, dopo essere stato sciolto, è rinato ventitré anni fa. Oggi è al servizio di circa sessanta tra bambini, ragazzi e giovani. Il locale circolo ANSPI è punto di riferimento dei ragazzi e dei giovani che trovano in esso un punto di aggregazione ludico e sportivo. Le attività del locale oratorio sono organizzate nello stesso stabile del circolo con cui si attua una collaborazione di finalità ed energie. Nella parrocchia esiste anche la scuola materna paritaria “San Giuseppe”. Il calo demografico e la crisi economica pesano su questa realtà storica che comunque riesce a resistere brillantemente anche se ridimensionata nei numeri degli scolari. E’ l’unica istituzione dove il personale è retribuito attuando un apposito contratto. Il consiglio direttivo è comunque formato da volontari genitori e sostenitori che offrono un prezioso contributo di dedizione e passione. La scuola è strumento di evangelizzazione per bambini e relative famiglie, offrendo anche occasioni di condivisione, approfondimento culturale e spirituale. Un grande lavoro è svolto dall’associazione Caritas “San Benedetto Onlus” che riesce a coordinare un nutrito gruppo di volontari provenienti da diverse parrocchie. Non è da nascondere la fatica del locale Consiglio Pastorale nel concretizzare un cammino da poter proporre per i prossimi anni alle nuove generazioni, che sembrano sostanzialmente assenti dalla vita liturgica comunitaria. L’impegno di evangelizzazione così come in modo convinto e reiterato papa Francesco sostiene, fatica a prendere piede in gruppi che possano coinvolgere i cristiani “della soglia” e tutte le altre persone che attendono ancora un primo annuncio della parola del Signore. 

PARROCO

Don Paolo Azzini

Don Jury Marinelli

Don Elio Santini

Don Bruno Ghiroldi

INDIRIZZO

Via Matteotti, 129 46025 POGGIO RUSCO

TELEFONO

0386/51015

Orari delle Messe

Lunedì: 18:00
Martedì: 18:00
Mercoledì: 18:00
Giovedì: 20:45
Venerdì: 18:00
Sabato: 18:00
Domenica: 09:00 | 11:00
Diocesi di Mantova